Per avere successo devi smettere di pensare

Foto di Budgeron Bach da Pexels
@giuseppevitaleattore Per avere successo devi smettere di pensare. #arte #carriera #successo #successopersonale #opinoni #talenti #giovani #allievi ♬ suono originale – giuseppevitale.eu

Tante volte ricevo richieste da ragazzi, spesso neolaureati, che vorrebbero intraprendere  attività artistiche o relative ai contenuti on-line: i due campi di cui mi occupo, di cui sono esperto. In genere mi viene chiesto: «Vorrei fare l’attore» oppure: «Vorrei fare l’artista» più in generale. Altri mi chiedono: «Vorrei scrivere per qualcuno, come fai tu». 

Continua a leggere

Sette porte da aprire insieme: progetti da condividere

architecture black and white challenge chance
Photo by Pixabay on Pexels.com

A volte ci si incontra per strada mentre si sta andando da qualche parte e si scopre che si è diretti nello stesso posto e allora si fa un pezzo di strada insieme. In compagnia, in genere, si viaggia bene se quest’ultima è buona, è ovvio. Altre volte non si sa con esattezza dove andare e allora vedere che qualcuno si dirige deciso verso una meta dà l’ispirazione per muoversi nella stessa direzione, o quasi. E questo è importante soprattutto quando, per vari motivi, si è restati un po’ fermi, come è accaduto in questi due anni di covid per molti. Per queste ragioni voglio qui condividere qualche luogo fisico o in termini di percorsi che voglio intraprendere.

Continua a leggere

Brindisi, Boccaccio e la Sindone

Che cosa lega la città di Brindisi, in Puglia, con Giovanni Boccaccio, scrittore e poeta autore del Decameron, e con la Sindone di Torino, il lenzuolo di lino che secondo la tradizione avrebbe avvolto Gesù dopo la sepoltura e che ne conserverebbe l’effige? Questo non è un quiz estivo, come tanti, e il legame è profondo, pieno di scoperte e che ci può portare nel cuore di una storia avvincente, quanto quasi ignota. È una di quelle vicende sulle quali non solo passa l’oblio del tempo ma che certe mani provano a cancellare ma che tuttavia emergono grazie a tracce molto piccole, quasi micro. A ben guardarle, però, si scopre che c’è un mondo a proposito di esse.

Continua a leggere