Eduardo, Carmelo ed io

L’articolo che Il Nuovo Quotidiano di Puglia del 3 Agosto 2021 dedica al recupero del ciclo universitario al Centro Teatro Ateneo di Roma da parte di Eduardo De Filippo e Carmelo Bene.

Agli inizi degli anni ’80 Eduardo De Filippo e Carmelo Bene tennero delle lezioni di teatro al Centro Teatro Ateneo dell’Università di Roma La Sapienza invitati dal prof. Ferruccio Marotti. Esse sono ormai passate alla storia del teatro e il Festival del Cinema Ritrovato di Bologna di quest’anno ne ha riproposto un primo video dopo che furono digitalizzate in alta definizione tra il 2010 e il 2013 dal Laboratorio audiovisivo dello spettacolo. Ne parla oggi Il Nuovo Quotidiano di Puglia nella pagina dedicata a Cultura & Spettacoli con un articolo di Diego Del Pozzo. Io arrivai a frequentare quel centro nel 1993 e parte di quelle lezioni le vidi grazie al materiale messo a disposizione degli studenti e che oggi, grazie a Dio, si può trovare su Youtube. Quei due lasciarono un’impronta che si respirava nell’aria. Per tutto quell’anno frequentai un corso sullo Zanni, il progenitore delle maschere della commedia dell’arte, tenuto dal direttore dell’Accademia Nico Pepe di Udine Claudio De Maglio.

Ogni attore italiano deve confrontarsi prima o poi con questa grande tradizione teatrale della commedia dell’arte, anche se poi a un certo punto se ne deve distaccare e deve aprirsi ad altri influssi, come ho cercato di spiegare a proposito dei maestri e stili di comicità. Quell’anno, quel luogo, quel corso furono straordinari, per vari motivi. Intanto il corso fu frequentato da due studenti che poi sono diventati delle vere e proprie star del teatro e non solo come Ascanio Celestini e Michele Sinisi. Sempre ricorderò i loro inizi teatrali che sono stati anche i miei perché considero quell’esperienza il fondamento dei miei studi e delle mie ricerche teatrali. E poi il lavoro sulla maschera del contadino bergamasco che diventa servo a Venezia (lo Zanni) mi ha aperto letteralmente il corpo e ha nutrito il mio interesse perché successivamente ho approfondito questo lavoro con Claudia Contin e Dario Fo, che ho conosciuto nell’agosto del 2003. Inoltre ho passato giornate a studiarmi i materiali di Eduardo e Carmelo. Questi due possono sembrare molto diversi come drammaturghi, registi e attori ma in realtà hanno molto in comune. Infine gli esami di storia del teatro e dello spettacolo completarono magistralmente la mia formazione di allora.

Secondo Carmelo Bene alla loro epoca in Italia c’erano solo due attori o, per meglio dire, artisti: Eduardo e lui. Gliel’ho sentito affermare in un video su Youtube che non riesco a ritrovare. Bene amava il paradosso, le boutade, ma in sostanza era vero, anche se io aggiungerei a loro due Dario Fo, del quale pure disse che faceva del cabaret grandissimo. Allora anche io la butto lì e dico Eduardo, Carmelo ed io. Nella ricerca di una figliolanza, di un’ispirazione artistica nata in un luogo come il Centro Teatro Ateneo dove questi due grandi hanno, secondo me, tracciato le “lezioni americane” del teatro.

Condividi con i tuoi contatti:
Sostieni il blog

Questo è un blog gratuito e senza pubblicità. Come suo autore impiego molto tempo e tante energie per le ricerche degli argomenti, per la loro elaborazione e pubblicazione. Tutto ciò lo sottraggo ad altre attività che mi diano remunerazione. Il mio obiettivo è dare ancora di più ad ogni lettore, più articoli, più guide gratuite, più risorse. Ma posso farlo solo se mi dai una mano. Per favore considera la possibilità di fare una donazione. Grazie!