Il mondo è allo sbando

Cosa sta succedendo al mondo, agli esseri umani da almeno venti anni a questa parte? Ci sono eventi che non hanno una spiegazione logica. C’è in atto un aumento netto delle temperature in tutto il mondo e aldilà di proclami e promesse solenni nulla si sta facendo per uscire dall’effetto serra. È in corso una pandemia che ha mietuto così tante vittime ad ogni latitudine e non c’è collaborazione internazionale sui vaccini e sulle altre misure per contrastarla. In Afghanistan ci sono stati tanti caduti e si sono spesi tanti soldi per poi riconsegnare il paese a coloro che si combattevano, i Talebani.

Un filo, forse, ci sarebbe: i paesi più ricchi pensano a se stessi, anche al costo di sfruttare gli altri. A nessuno stanno a cuore le aspirazioni di donne e bambini dei paesi più poveri. Bruttissima realtà ma neanche questa spiega i fatti. Gli Stati Uniti, infatti, si sono dissanguati in Afghanistan e ora si ritirano indecorosamente e senza un briciolo di senso di responsabilità.

Qualcuno direbbe: hanno perso la guerra perché l’opinione pubblica non la sosteneva più, come accadde per il Vietnam. Ma allora perché Joe Biden è sotto accusa per aver ritirato le truppe? Ora gli si rimprovera di essere stato frettoloso, non accorto. In altre parole precipitoso. Si sta accanendo a cancellare le politiche del suo predecessore Trump in modo cieco, fanatico. E non è il solo a sragionare in questo periodo. Tutti i leader europei sono senza senno. Ora ci ritroveremo chissà quanti profughi dall’Afghanistan, sperando che riescano a fuggire, quando con un minimo di accortezza si potevano tenere i Talebani a bada.

È uno dei periodi più assurdi della storia dell’umanità. Tra un mese circa inizierà l’Autunno con le sue abbondanti piogge e la sua instabilità atmosferica. Per la verità alcune alluvioni stanno già martoriando la Germania. Ma cosa accadrà a quell’Italia che quest’anno ha avuto il triste primato degli incendi? Quanti morti e quanti danni conteremo per la mancanza da sempre di un piano idrogeologico e di un’insufficiente contrasto alle attività dei piromani? E che dire del modo in cui si sta portando avanti a vaccinazione con sempre maggiori sacche di resistenza della popolazione dal momento che la forma di comunicazione più adottata nei confronti di chi ha legittimi dubbi è l’insulto?

Le cause di tutto questo sono due: paura ed egoismo. Ci chiudiamo sempre di più in noi stessi e cerchiamo di difendere ad oltranza la nostra situazione, per quanto di merda. Ma la corrente del golfo, che si sta fermando, e i ghiacciai quasi spariti ci fanno pagare il conto, eccome! Siamo agli ultimi giorni di Pompei e ancora pensiamo alla prova costume, alla vacanza a Portofino, a dove andrà a giocare Messi. Intanto le adolescenti afghane stanno per essere violentate sistematicamente da delinquenti con la barba e che dicono di essere fedeli ad Allah.

Tutto questo mi fa schifo ed orrore. Non era questo il mondo che immaginavo, che sognavo da bambino. Mi è stato scippato il futuro, rubato, distrutto. E ora sono incazzato. Spenderò quel che mi resta da vivere, dai 48 anni che ho fino a non so quando per costruire almeno un pezzetto di quel mondo e spero di trovare sulla mia strada altra gente incazzata come me. “Masaniell è turnat, Masaniell è crisciut” cantava Pino Daniele che aggiungeva: “e la faccia nera l’ho dipinta / per essere notato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *